Lo yogurth del Baisi

Lun, 03/04/2019

Salumi e Formaggi

Lo "yogurth del Baisi" lo conoscono tutti. Con il passaparola tipico dei mercati, il più affidabile degli strumenti di marketing, lo yogurth del Baisi è diventato uno dei più ricercati della piana di Lucca.

Ereditata la stalla di Lammari dal nonno, Stefano ha progressivamente rinunciato all'allevamento di animali da carne per concentrarsi sul latte e derivati.

Poche settimane fa Stefano, poco più che quarantenne, ha accettato una nuova sfida, trasferendo la propria stalla dal centro di Lammari in una zona più idonea. Una nuova stalla nelle campagne della Lucchesia, a nord dei laghetti di Lammari,  dove continuerà a produrre anche i suoi formaggi, primosale, caciotta e ricotta e il mitico yogurth molto apprezzati e conosciuti proprio nei mercati di Campagna amica, al mercato del foro Boario e in altri della lucchesia .

Con le mucche Stefano ha stretto un patto di solidarietà e reciproco rispetto e il clima "di lavoro" familiare dove gli animali sono trattato con rispetto. La nuova stalla èuna stalla aperta in cui gli animali possono stare riparati ma a contatto con l’ambiente circostante così come sempre aveva voluto Stefano e come aveva potuto realizzare solo in parte nella vecchia struttura di famiglia. Nella stalla gli animali non sono legati ma possono muoversi liberamente e nel paddock, possono pascolare liberamente. Oltre al nuovo ricovero, aperto e lontano da abitazioni per permettere alle mucche di muoversi con maggiore libertà, le mucche possono pascolare liberamente negli spazi adiacenti.

L' alimentazione  è principalmente fieno prodotto direttamente dall'azienda, con l' integrazione di un mangime specifico.

L'attenzione e il clima di solidarietà e benessere "sul luogo di lavoro" realizzato da Stefano sono evidenti: al mattino le mucche danno il buongiorno a Stefano e si contendono le sue carezze. Poi tutti al lavoro. Una ventina, su quaranta dello "staff" al completo, sono in produzione, le altre, nel rispetto del loro ciclo vitale, in riposo perchè ancora giovani o partorienti.

Tra loro anche Reddy, il bovino più 'social' della stalla dell'azienda agricola di Stefanio Baisi cui sono affidate le pubbliche relazioni. Affettuosa, socievole ed egocentrica Reddy è solo una dei 40 bovini che a ottobre sono entrati nel nuovo spazio immerso nel verde.

"Il mio lavoro non è solo sacrifici...ma anche grandi soddisfazioni..." scrive Stefano sul suo profilo FB e migliora la qualità della vita proprio per il rapporto che si viene a creare. Nel futuro di Stefano una fattoria didattica per avvicinare i piccoli al rispetto e all’amore per gli animali, per il loro territorio e per il cibo sano e locale.

La quantità della produzione, certo, è minore ma la qualità non ha rivali, e l’impresa di Stefano è in crescita. Il latte prodotto, in media 350 litri al giorno, viene distribuito crudo o lavorato in un caseificio della zona e trasformato in yogurth, vari formaggi di cui alcuni stagionati con tartufo e spezie e ricotta.

Dal 2006 il latte del Baisi si può inoltre spillare al “Distributore del latte di Lammari” vicino alle scuole elementari e a quello del Foro Boario di Lucca. Nel casottino il latte viene venduto crudo, fresco di giornata ed esclusivamente dell’azienda del Baisi per garantire la tracciabilità della provenienza e la sicurezza alimentare.

I formaggi e il mitico Yogurth, invece si trovano ai mercati contadini organizzati dai Comuni (Capannori, presso il mercato coperto, il sabato mattina e Lucca, Foror Boario il mercoledì e il sabato mattina) e nei mercati 'Campagna amica' di Coldiretti.

 

Azienda agricola Baisi Stefano
Via Chiassitana 3 – Lammari – Capannori
tel. 366 8098510 cell. 349 6579510
rappaandrea@yahoo.it